Scuola, decreto Madia: procedimenti disciplinari verso docenti e ATA, cosa cambia

Una delle novità più importanti introdotte dal decreto Madia, approvato lo scorso 19 maggio dal Governo, è quella riguardante i provvedimenti disciplinari adottati dai dirigenti scolastici nei confronti del personale docente e Ata. I presidi, infatti, potranno sospendere gli insegnanti e il personale ausiliario tecnico amministrativo fino a dieci giorni e dovranno rispettare i termini del procedimento disciplinare, termini, per altro, rimasti invariati rispetto al passato ovvero: contestazione di addebito entro 20 giorni dal fatto anti-doveroso con preavviso di almeno 10 giorni e
conclusione del procedimento entro 60 giorni dalla contestazione dell’addebito. Se i presidi non rispetteranno tali termini, le sanzioni eventualmente irrogate resteranno valide ma i DS incorreranno nella responsabilità disciplinare.