Nuovo contest per idee e per lo sviluppo della “scuola aperta”

È stato bandito dall’ASLERD (Association for Smart Learning Ecosystems and Regional Development), il concorso per idee e prototipi “Ecosistemi di apprendimento smart centrati sulla persona”; l’obiettivo è quello stimolare negli studenti lo sviluppo di competenze progettuali e trasversali, e sostenere lo sviluppo di scuole “aperte”, affinchè divengano motore di crescita territoriale e contesto privilegiato, per lo sviluppo della cittadinanza attiva.

Il concorso è aperto a due categorie di studenti che possono partecipare individualmente o in gruppo:

  • Categoria K: studenti degli ultimi tre anni delle secondarie di secondo grado che sono coinvolti in attività di alternanza scuola-lavoro.
  • Categoria J: studenti della secondaria di primo grado e dei primi due anni della secondaria di secondo grado.

Motore dell’iniziativa è la volontà di far crescere la scuola, facendole assumere un ruolo centrale nella promozione dell’innovazione.

I temi su cui gli allievi sono portati a riflettere e a presentare proposte riguardano:  rispetto e sicurezza del contesto scolastico, semplificazione dei servizi amministrativi, coinvolgimento dei giovani in sfide interessanti, creazione di interazioni positive e costruttive con il territorio di riferimento.

Centrale diviene dunque, in questo percorso, la figura dello studente, protagonista nella proposta di possibili soluzioni per l’evoluzione del sistema educativo.

Per partecipare al contest occorre inviare una sintesi dell’idea progettuale (eventualmente accompagnata da un filmato esemplificativo di non più di 90 secondi) e una lettera di presentazione all’indirizzo [email protected] entro e non oltre le ore 23,59 del 15 marzo 2018.

Il 30 marzo saranno ammesse alla seconda fase un massimo di 10 idee per ciascuna delle due categorie e a fine giugno saranno selezionati i 3 progetti esecutivi che accedono alla finale. La proclamazione dei vincitori (con mostra dei progetti finalisti) avverrà a settembre 2018 (qui maggiori informazioni).

I progetti vincitori, uno per categoria, verranno premiati con 500 euro per la categoria K e con 300 euro per la categoria J, come rimborso per le spese affrontate nello sviluppo del prototipo e nella realizzazione dei materiali per la mostra finale. L’ASLERD darà massima visibilità a livello nazionale e internazionale ai progetti vincitori e finalisti.

Fonte: Indire