Maturità 2017, anche la terza prova è andata, ora tutti verso il colloquio orale

Terza e ultima prova scritta ieri, 26 giugno, dell’esame di Maturità: archiviate la prima e la seconda, ad attendere gli studenti c’è stato, prima del verdetto degli orali, l’ultimo scritto, quello che contiene più domande di diverse discipline. A preparare la prova stavolta non è stato il Ministero dell’Istruzione, ma le singole commissioni che, insieme alla tipologia delle domande, hanno deciso quali materie inserire. La tipologia è scelta in base alle simulazioni che i maturandi hanno affrontato nel triennio.

Terza prova Maturità 2017: come si svolge

Con il temuto e odiato “quizzone” i ragazzi hanno dovuto dimostrare di aver acquisito le nozioni base di materie scelte dalla commissione (fino a un massimo di cinque, di solito escludendo quelle gia’ trattate nelle prime due prove) e studiate nel corso dell’ultimo anno. A discrezione dei commissari anche l’orario d’inizio della prova (ci sono istituti in cui si è svolta in tarda mattinata o nel pomeriggio) e la tipologia delle domande: trattazione sintetica, quesiti a risposta singola, quesiti a risposta multipla, problemi a soluzione rapida, analisi di casi pratici e professionali o sviluppo di un progetto (negli istituti professionali e tecnici).

Terza prova Maturità 2017: gli stratagemmi degli studenti

Anche quest’anno non sono mancati da parte degli studenti gli stratagemmi più assurdi per evitare l’insufficienza. Nei gruppi Facebook dedicati alla maturità e sugli altri social i ragazzi hanno pubblicato una serie di scatti dove mostrano le astuzie adottate per affrontare con più tranquillità la prova: dall’astuccio per gli occhiali diventato raccoglitore di fogliettini divisi per materie ai “pizzini” nascosti nella confezione di cracker o nell’etichetta della bottiglia d’acqua. Da oggi per tutti, o quasi (alcuni maturandi devono sostenere anche una quarta prova), comincia l’attesa per la pubblicazione dei voti degli scritti, prima dell’ultimo ostacolo, il colloquio orale. Per quest’ultimo non esiste una data di inizio uguale per tutte le scuole: è la commissione a stabilire il calendario e, tramite sorteggio, l’ordine dei candidati.

Terza prova Maturità 2017: Tuttoscuola ne ha parlato su Radio24

Tuttoscuola in serata ha commentato l’andamento del terzo scritto su Radio24, durante il programma “Effetto notte, le notizie in 60 minuti” (è possibile ascoltare la puntata cliccando qui) sottolineando come questa sia stata la penultima volta della terza prova all’esame di Stato. Infatti, dal 2018/19 il “quizzone” sparirà dalla Maturità e gli studenti per diplomarsi dovranno affrontare solo la prima, la seconda prova e il colloquio orale.
Per conoscere in maniera più approfondita tutti i cambiamenti che toccheranno l’esame di Stato dal 2019, iscriviti a tuttoscuola.com e scarica gratis la guida “Come cambia l’esame di Maturità”.

Fonte: Tutto Scuola