Esami di Stato media: cambia commissione, il numero e le caratteristiche delle prove. Le nostre FaQ

Il decreto sulla valutazione e certificazione delle competenze nel primo ciclo ed esami di Stato, attuativo della legge n. 107/2015, ha introdotto importanti novità riguardo agli esami di Stato conclusivi del primo ciclo di istruzione.

Le novità (è l’articolo 8 del decreto che disciplinai i nuovi esami di Stato) riguardano il numero e le caratteristiche delle prove, gli esiti degli esami e il Presidente di Commissione

Proponiamo una serie di faq al fine di chiarire le predette novità, ricordando in premessa che sono ammessi agli esami di Stato gli alunni che: abbiano frequentato almeno i tre quarti del monte ore annuale personalizzato; non abbiano necessariamente la sufficienza in tutte le discipline, poiché in tal caso il Consiglio di Classe può decidere comunque l’ammissione dell’allievo/i; abbiano partecipato nel mese di aprile alla prova Invalsi.

D. Com’è costituita la commissione degli esami di Stato conclusivi del primo ciclo di istruzione?

R.  La Commissione d’esame è articolata, come prevede tra l’altro la normativa vigente, in sottocommissioni per ciascuna classe terza, ognuna delle quali composta dai docenti del consiglio di classe.

Fonte: Orizzonte Scuola